Manutenzione dell’impianto fotovoltaico? rispondiamo alle domande più frequenti!

NEWS

Marzo 2, 2022

Manutenzione dell’impianto fotovoltaico? rispondiamo alle domande più frequenti!

La manutenzione di un impianto fotovoltaico non sempre viene spiegata nel modo corretto e quindi compresa per l’importanza strategica che ha.

Vari sono i livelli d’intervento, sempre con l’unico obiettivo di tenere altissima l’efficienza di tutto l’impianto.

Ti stai chiedendo in cosa consiste la manutenzione di un impianto fotovoltaico? Se è obbligatoria? Ogni quanto andrebbe fatta?

Cerchiamo di rispondere alle domande più frequenti.

1. Quali sono le operazioni di manutenzione?

Le operazioni di manutenzione ordinaria sono diverse.

Savex ha stabilito un percorso di controlli specifici come procedura standard:

CAMPO FOTOVOLTAICO E INVERTER

Ispezione visiva dei moduli fotovoltaici e controllo involucro;

Controllo visivo dei cablaggi;

Verifica dell’isolamento delle stringhe FV;

Verifica del funzionamento elettrico delle stringhe;

Ispezione filtri, prese d’aria di ventilazione

Verifica del distacco dell’inverter per mancanza rete;

Controllo delle tensioni e correnti d’uscita;

Verifica del rendimento globale di conversione;

Controllo collegamento alla rete di terra;

Controllo serraggio morsettiere;

Termografia dei moduli fotovoltaici a campione e dell’Inverter;

Pulizia inverter.

QUADRI ELETTRICI CORRENTE CONTINUA

Ispezione visiva e controllo involucro quadri di campo;

Controllo degli scaricatori di sovratensione;

Controllo serraggio morsettiere e pulizia interna;

Pulizia quadri.

QUADRI ELETTRICI CORRENTE ALTERNATA

Ispezione visiva e controllo involucro;

Controllo dei dispositivi asserviti alla protezione (interruttori, contatori);

Controllo funzionalità della protezione di interfaccia di rete e tarature;

Controllo delle tensioni e correnti di uscita;

Controllo intervento interruttori differenziali;

Controllo serraggio morsettiere e pulizia interna;

Controllo degli scaricatori di sovratensione;

Controllo collegamento con quadro utente;

Controllo collegamento quadro ente distributore;

Controllo collegamento rete terra;

Pulizia quadri.

2. La manutenzione dell’impianto fotovoltaico è obbligatoria?

Non è un obbligo che ci deve far scegliere di fare manutenzione, ma una convenienza vera e propria.

Aumentare la produzione o conservarne l’efficienza massima, deve essere ciò che ci fa scegliere la manutenzione programmata.

3. Quante volte all’anno andrebbe fatta?

Per gli impianti di potenza superiore a 20 Kw almeno una volta all’anno, per impianti di potenza inferiore almeno una ogni due anni.

La manutenzione deve sempre essere eseguita da personale qualificato e, ovviamente, nel rispetto di tutte le normative di sicurezza.

Quindi NO al “fai da te”.

4. Qual è la differenza tra manutenzione ordinaria e straordinaria?

Per manutenzione ordinaria di un impianto si intendono gli interventi finalizzati a contenere il degrado normale d’uso nonché a far fronte ad eventi accidentali che comportino la necessità di primi interventi, che comunque non modifichino la struttura essenziale dell’impianto o la loro destinazione d’uso. Fanno parte normalmente della manutenzione ordinaria anche il servizio di monitoraggio e predisposizione della reportistica al fine di tenere sotto controllo le prestazioni dell’impianto e gli eventuali fermi.

Al verificarsi di eventi imprevisti che provochino irregolarità nel funzionamento dell’impianto devono essere messe in atto con tempestività, invece, specifiche operazioni di manutenzione straordinaria atte al ripristino della completa funzionalità dell’impianto.

Al fine di limitare i danni dovuti a guasti che comportino casi di fermo impianto totale o parziale, Savex garantisce l’intervento sul luogo entro 48 ore dalla segnalazione di malfunzionamento.

Sono considerati manutenzione straordinaria tutti gli interventi atti ad eliminare qualsiasi irregolarità o guasto, con riparazione o sostituzione, su apparecchiature dell’impianto come:

  • Sostituzione di moduli fotovoltaici danneggiati;
  • Ripristino di parti di struttura di fissaggio danneggiate;
  • Sostituzione di cavi danneggiati;
  • Ripristino o sostituzione di inverter a seguito difettosità o danno;
  • Sostituzione di componenti interni ai quadri elettrici quali interruttori, sezionatori, morsetti, contattori, strumenti di misura e controllo;
  • Riprogrammazione e messa in funzione del sistema di monitoraggio in caso di guasto o malfunzionamento.

5. Quanto costa un intervento di manutenzione?

Ci piace usare una famosa espressione “Prevenire è meglio che curare”.

È, infatti, meglio far fronte a spese contenute di pulizia e manutenzione periodicamente, quando è necessario, anziché ritrovarsi di fronte a danni molto costosi dovuti a una mancata manutenzione.

Il prezzo? Dipende da tanti fattori, primo fra tutti il numero di moduli. Un preventivo per la manutenzione è davvero veloce da fare, non esitate a chiederlo.

Contattaci per info e preventivi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.